Mercatini delle Pulci

Parigi è una città all’avanguardia sotto vari aspetti culturali e storici, ma questa volta parliamo di un simbolo forte di questa città, una tradizione che e attuale tutt’oggi , e che sarebbe un peccato perderla, si trova il pezzo più antico e il pezzo più recente, si tratta dei famosi mercatini delle Pulci. Nati attorno al ‘900, i mercanti per lo più la notte andavano in cerca di oggetti, mobili, abbigliamento,qualsiasi cosa da rivendere al mercato; pian piano il loro interesse si concentrò nella ricerca dell’antiquariato e oggetti di bigiotteria intorno alla periferia di Parigi.

I primi mercati si svilupparono nella zona di Montreuil, in quella di Vanves e Clignancourt. Oggi il più grande mercato delle Pulci è quello di Saint Ouen, con i suoi 15 km di percorso e oltre duemila espositori, diviso in chiare sezioni, i reparti dei libri, dell’abbigliamento, dei dischi musicali, gli immancabili mobili, le più bizzarre stoffe. All’interno di questa marea di bancarelle potrete contrattare i vostri affari o semplicemente curiosare. Una tappa allegra chiassosa e colorata per trovare qualsiasi cosa abbiate in mente, aperto ogni fine settimana incluso il lunedì, l’unico consiglio e di tenere gli occhi ben aperti..

Da segnalare anche il Marche Parisien de la Creation, vale la pena se volete apprezzare parecchi artisti con i loro capolavori dipinti, e bellissime ceramiche prodotte da loro stessi.
Capodanno a Parigi